Viaggiare al sicuro…i nostri consigli

Dati alla mano

Finalmente è arrivata l’estate! Estate vuol dire ferie, vuol dire fine della scuola, vuol dire vacanza e vuol dire viaggi. Secondo indagini Istat, durante tutto il 2017, sono stati più di 66 milioni i viaggi degli italiani con almeno un giorno di pernottamento, valore in leggera crescita rispetto al 2016. Sempre secondo fonti Istat, l’81,0% di questi hanno avuto come destinazione principale località italiane, il 19% ha scelto località estere (circa il 13% ha scelto paesi dell’Unione Europea). Le mete estere, nei periodi estivi, preferite dagli italiani sono Spagna, Francia, le isole Greche del Mediterraneo e Stati Uniti con una media dei giorni di pernottamento che va dai 7 ai 10 giorni. Come abbiamo scritto in diversi articoli, durante le vacanze, è sempre opportuno affidarsi a dei sistemi di allarme antifurto per le proprie abitazioni e per le attività commerciali (vi invitiamo a leggere l’articolo su Quale sistema antifurto scegliere? che trovate qui o quello sull’innovativo antifurto nebbiogeno che trovate qui) ma è altrettanto opportuno considerare anche i pericoli che possono incorrere viaggiando. Premesso che visitare un altro Paese è sicuro tanto quanto visitare il proprio, essere prudenti e informati non fa mai male: ecco perchè abbiamo pensato a questo articolo.

Paesi sicuri da visitare e quelli meno..

Secondo una classifica stilata nel 2017 Irlanda, Giappone, Svizzera, Finlandia, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Singapore, Islanda e Danimarca sono i paesi ideali per chi preferisce una vacanza assolutamente sicura sopratutto per chi viaggia con bambini a seguito. I paesi che invece, sempre secondo la classifica, sarebbero da evitare al momento sono Siria, Iraq, Afghanistan, Sudan, Repubblica Centrofricana per l’instabilità politica e Corea del Nord per la restrittiva dittatura. Per aiutarvi, tuttavia, alla scelta della destinazione vi segnaliamo l’ottimo sito viaggiare sicuri che ci mostra, tra le altre cose, in tempo reale quali sono i Paesi al momento più “critici” e perchè.

Scelto il posto, scegliamo la strategia..

Primo problema che sopraggiunge quando siamo in viaggio è quello di un eventuale borseggio. La migliore strategia è senz’altro quella di portare poco denaro contante con sè e prelevare, man mano, le piccole quote che ci serviranno. Un altra idea è quella di munirsi di 2 portafogli: uno sarà quello “reale” che conterrà la maggior parte del nostro capitale da viaggiatore ed un secondo che sarà, invece, quello “fittizio” con una cifra “credibile” ma non alta e una o 2 “finte carte di credito” (ad esempio le tessere del supermercato ecc..). Un altra idea può essere quella di non dare troppo nell’occhio: se viaggiamo in posti non troppo sicuri prediligiamo vestiti più popolari e meno costosi ed evitiamo di indossare gioielli di valore. Se abbiamo deciso di fare delle escursioni in posti tropicali (possono essere contratte tante malattie di tipo infettivo) o grandi catene montuose, è fortemente consigliata una guida (meglio se una persona del posto) che ci sappia fornire le indicazioni giuste e che conosca i luoghi che andremo a visitare.

Please follow and like us:

Visita la nostra pagina Facebook e metti un mi piace per rimanere sempre aggiornato!

Visita il nostro canale Youtube e iscriviti per non perderti neanche un video!

Alla prossima

11 11 shopping Festival AliExpress 160

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace questo sito? Iscriviti al nostro canale Youtube e alla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato