Papillon: il film ritratto delle condanne penali della Francia degli anni 30′

Remake dell’omonimo film uscito nelle sale nel 1973, Papillon è una pellicola che, tratta dal romanzo di Henri Charriere, ci offre un’idea di quello che era il sistema carcerario degli anni 30 in Francia. Benchè la trama si sviluppa attorno ad un uomo, il protagonista, accusato di omicidio e inviato in Guyana Francese per scontare la pena, viene indirettamente generato un ritratto della condizione dei detenuti di quel periodo.

Dura lex, sed lex

Durante il periodo di Napoleone III venne approvata una legge (1854) secondo la quale chiunque commetteva un reato doveva, in prima battuta,  scontare la pena in carcere e ai lavori forzati ed infine veniva inviato in Guyana Francese per una durata pari al numero di anni già passati in cella. Per coloro che avevano scontato pene superiori agli 8 anni , la legge prevedeva che sarebbero dovuti rimanere lì per sempre. Le dure condizioni di vita e la scarsa igiene provocò, come possiamo pensare, la morte di più di 10000 persone. Nel 1885 la legge venne ulteriormente inasprita: i detenuti recidivi, anche di reati minori, venivano portati in quella che tutt’oggi viene chiamata Isola del Diavolo per tutta la loro vita.  Nel 1938, tuttavia, il governo Francese smise di mandare i detenuti nella sopracitata isola e nel 1953 la prigione, in Guyana Francese, venne totalmente chiusa. Cessò quello che tutt’oggi viene definito da molti uno dei peggiori sistemi carcerari del mondo.

I luoghi

La Guyana francese o Guiana francese è una regione oltremare della Francia nell’America del Sud e, seppur molto esteso, è scarsamente popolato. Circa il 96% del territorio è coperto da boschi e la capitale è Caienna, una città di 57 mila abitanti con un estensione di soli 23 km quadrati. Fanno parte di questa regione anche delle isole, tra cui la rocciosa e poco estesa Isola del Diavolo. Amministrativamente e giuridicamente fa parte della Francia e ne condivide  il Capo dello Stato e il Capo del Governo

La popolazione

Con un totale di circa 230 mila abitanti situati nelle zone più costiere della regione, la Guyana Francese ospita numerosi gruppi etnici  di cui il 70% è rappresentato dai Creoli, una popolazione discendente dall’unione degli schiavi neri che venivano importati e i coloni e/o prigionieri Francesi.

 

Please follow and like us:

Visita la nostra pagina Facebook e metti un mi piace per rimanere sempre aggiornato!

Visita il nostro canale Youtube e iscriviti per non perderti neanche un video!

Alla prossima

11 11 shopping Festival AliExpress 160

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace questo sito? Iscriviti al nostro canale Youtube e alla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato